Qi Gong la disciplina della Longevità e del Benessere

Associazione CCN Vivi San Jacopo e Associazione Oriente
nella programmazione Risveglio e Benessere a San Jacopo

vi invitano

Venerdi 3 luglio dalle ore 17.00

>> Qi Gong la disciplina della Longevità e del Benessere <<

Presso il Circolo Ufficiali Accademia Navale – Via San Jacopo in Acquaviva 111

 

La Associazione CCN Vivi San Jacopo in  collaborazione con l’Associazione Oriente, e’ lieta di invitarvi a questo momento di consapevolezza su alcuni strumenti antichi e preziosi per conservare la propria energia vitale e conseguentemente il proprio benessere, facilitando la longevita’.

Saranno presenti docenti di riconosciuta fama nazionale ed esperti nel settore.

Ing. Andrea Migli – istruttore di Qigong ed arti marziali  tradizionali cinesi, ricercatore nel campo delle energie sottili – ingegnere esperto di fotovoltaico ed energie verdi

Evi Lenti Presidente Associazione Oriente – via Mimbelli 5 Livorno – Docente esperta di Qi Gong ed Attivita’ Fisica Adattata ( AFA)

Andrea Martini, osteopatia di fama nazionale, praticante il T’ai Chi e Qigong.

Evento gratuito offerto ai cittadini, si richiede la prenotazione a vivisanjacopo@gmail.com o a 3298226970

Il Qi Gong è una antica pratica cinese che consente, attraverso l’esercizio costante, di raggiungere un riequilibrio del ciclo energetico, di migliorare lo stato di salute, di rinforzare l’energia vitale e di accrescere la longevità. E’ una pratica che viene utilizzata moltissimo in Cina come tecnica di longevita’ e di benessere molto efficace, e recentemente scoperta anche nel mondo occidentale, dove gli studi scientifici ne hanno convalidato i risultati sul benessere dei praticanti. Puo’ essere praticata da tutti, indipendentemente dall’eta’, ed e’ molto semplice e piacevole sia come pratica individuale, sia in gruppo.

E’ l’arte della coltivazione della propria energia ( Qi  )

Innumerevoli sono le metodologie di lavoro sul’energia . Fondamentalmente per migliorare, riequilibrare o canalizzare la circolazione energetica, il lavoro si basa sulla postura, su tecniche di respirazione, su visualizzazioni,  Utilizzando singolarmente od insieme alcuni di questi principi.

Il Qi Gong è da anni oggetto di attenzioni della scienza medica, perché esistono molteplici risultanze cliniche specialmente da parte degli ospedali cinesi che da anni adoperano queste metodologie nella cura di molte malattie.
Inizialmente, ad un primo livello della pratica, il beneficio è essenzialmente corporeo, poi l’influenza e l’interazione fra soma e psiche traduce il beneficio anche in un miglioramento della propria relazione con la mente, dando stabilità, serenità d’animo ed equilibrio.

L’aumento della propria energia,  è in realtà una migliorata qualità della capacità di gestirla

Perché dunque la pratica del Qi Gong?

Per avere una riserva di energia ( Qi ) che sia disponibile per esigenze più che normali, per mantenersi in salute  e prevenire l’invecchiamento .

Il Qigong (pronunciato “Ci cung”) è quindi una pratica cinese per favorire il benessere psicofisico di chi la esegue. Si compone sia di esercizi a corpo libero, sia di tecniche di meditazione: in generale si può affermare che per praticarlo non sono richieste particolari abilità atletiche. Anzi, il concetto di benessere nel Qigong è fondamentalmente diverso da quello che si è affermato nella cultura occidentale, che predilige la cura estetica del corpo.

Il Qigong fa sì che il praticante si addentri in un grado più profondo di consapevolezza di sé stesso, stimolandone la sensibilità e migliorando le capacità motorie fini. Quindi sarà generalmente in grado di percepire prima gli scompensi (fisici, emotivi o ambientali) che possono danneggiarlo, e contemporaneamente riuscirà a ridurre le tensioni in atto, sia di tipo muscolare che mentali, a giovamento sia del proprio corpo che delle interazioni sociali.

Gli esercizi in movimento eseguiti nel qigong rafforzano i distretti muscolari di tutto il corpo senza creare inutili ipertrofie, ma soprattutto favoriscono il recupero e il mantenimento della mobilità articolare, le capacità di equilibrio, la propriocezione.

L’evidenza scientifica ha mostrato un risultato molto interessante per i praticanti soprattutto della terza eta’,un incremento della densità ossea , dovuto all’attività derivata dalle azioni di carico e scarico applicati con delicatezza, ma ripetutamente, sulle strutture ossee. In conclusione si può affermare che il Qigong sia un formidabile strumento di auto guarigione nel senso esteso del termine, attuabile a qualunque età, con infiniti orizzonti di ricerca e miglioramento in quanto si affaccia sugli abissi del proprio mondo interiore.

Lascia un commento